Emergenza 112 (Numero Unico Europeo)

 

Il Servizio "Numero Unico Europeo d'Emergenza 112" rappresenta un modello di servizio di emergenza unico in Italia. In questa fase transitoria, componendo qualsiasi numero dell'emergenza (112, 113, 115, 118) il cittadino entra in contatto con l'operatore del Call Center NUE 112 che prende in carico la chiamata, se necessario attiva una teleconferenza per la traduzione multilingue. e inizia la compilazione della scheda contatto raccogliendo in pochissimi istanti (3-4 secondi) i dati identificativi, la localizzazione del numero chiamante (per le chiamate da telefono fisso) o la sua localizzazione tramite cella telefonica (per le chiamate da cellulare), le informazioni utili ad individuare la tipologia di emergenza e smistarla all'ente competente.
 

Il 112: principi di indirizzo

Quando chiamare

  • Grave malore (1)
  • Incidente stradale, domestico, sportivo, sul lavoro
  • Ricovero d'urgenza
  • Ogni situazione certa o presunta di pericolo di vita
  • Richiesta intervento Guardia Medica notturna, prefestiva, festiva
     

Come chiamare

  • Comporre su qualsiasi telefono il 112
  • Attendere la risposta della Centrale operativa
  • La chiamata è gratuita, non occorre gettone nè tessera
  • Rispondere con calma e precisione alle domande dell'operatore:
    • cosa è successo (malore, trauma, incidente...)
    • chi è coinvolto (identificazione del singolo o numero di persone)
    • dove (paese, via, numero civico e di telefono) se richiesto dall'operatore
       

Non chiamare

  • Per informazioni di natura sanitaria
  • Per richiesta di autoambulanza non urgente
     

Attenzione

(1) È sempre utile in attesa cercare e portare con sè la documentazione sanitaria ed essere accompagnati da chi ha assistito all'episodio, se possibile. L'utente soccorso (tramite il 112) viene trasferito dagli operatori nell'ospedale più idoneo al caso clinico, senza possibilità di scelta. È attivo il soccorso sanitario per sordomuti: servizio attivato in collaborazione tra ATS e Ospedale Civile di Brescia, per coloro che fanno richiesta dell'installazione a domicilio dell'apposito telefono (apparecchiatura fornita gratuitamente dall'ATS agli invalidi che hanno i requisiti necessari).
 

La risposta aziendale all'emergenza sanitaria viene assicurata da:

Presidio ospedaliero di Chiari attivo 24 ore su 24
Presidio ospedaliero di Iseo attivo 24 ore su 24

Funzionanti 24 ore su 24, in ogni giorno dell'anno, a disposizione di tutti i cittadini, italiani e stranieri, residenti o non residenti presenti sul territorio sia per invio in ambulanza che per autopresentazione.

Data ultima modifica a questa pagina: 26/01/2017 - Funzione aziendale responsabile della pubblicazione: Ufficio Comunicazione