Ticket ed esenzioni

 

Il ticket

Cos'è

È la partecipazione dei cittadini alla spesa sanitaria.
 

Riguarda

L’assistenza farmaceutica, le indagini diagnostiche, l’assistenza Specialistica Ambulatoriale, il Pronto Soccorso per il quale si invia all'apposito link.
 

Quote dovute

Per tutti i cittadini dai 14 ai 65 anni, l'importo da pagare è la somma dell'importo ticket (che non può superare la quota massima di 36,00 Euro) e la quota aggiuntiva ricetta. La quota aggiuntiva ricetta è stata introdotta dalla legge finanziaria 2011. La Regione Lombardia ha optato per una modalità più equa di applicazione della quota aggiuntiva, anziché 10 Euro di quota fissa viene attribuita una quota variabile proporzionale al valore della prestazione e compresa tra 0,00 Euro e 30,00 Euro.
 

Attenzione

Ogni ricetta può contenere un massimo di 8 prescrizioni della stessa branca specialistica (multiprescrizione), fanno eccezione le prestazioni di Medicina fisica e riabilitativa che recano l’indicazione del ciclo; ogni ricetta non potrà contenere più di 3 cicli fatte salve le specifiche patologie individuate con D.M. 20.09.98 che possono sommare nella stessa prescrizione fino a 6 cicli.Sulla medesima ricetta possono essere prescritte più prestazioni della stessa branca specialistica, fino al massimo di otto, da eseguirsi presso la medesima struttura, in momenti diversi, entro un periodo massimo di 1 anno.


Esenzione ticket per età: condizione e reddito

Chi ne ha diritto

  • bambini fino al compimento del 14° anno, senza limiti di reddito (escluso i residenti Regione Puglia)
  • persone di età superiore ai 65 anni con reddito annuo lordo complessivo del nucleo famigliare non superiore a € 38.500,00 (per i residenti in Regione Lombardia e per le prestazioni erogate in Lombardia) € 36.151,9 (per i residenti in altre Regioni e per i residenti in Regione Lombardia per le prestazioni effettuate fuori Regione) per le prestazioni ambulatoriali, senza limiti di reddito per prestazioni di Pronto Soccorso.
  • titolari di pensione integrata al minimo (dizione verificabile dall’utente su modello 0 BIS M dell’I.N.P.S.) di età superiore ai 60 anni e loro familiari a carico che non superano i limiti di reddito previsti (reddito annuo lordo complessivo del nucleo famigliare inferiore ai € 8.263,31 aumentato a € 11.362,05 per il coniuge e di € 515,45 per ogni figlio)
  • titolare di pensione sociale e familiari a carico
  • i cittadini residenti in Regione Lombardia in CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA, IN CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA, CON CONTRATTO DI SOLIDARIETÀ DIFENSIVO, IN MOBILITÀ ed i loro famigliari fiscalmente a carico che percepiscono una retribuzione comprensiva dell'integrazione salariale o indennità non superiore ai massimali previsti dalla circolare n° 20 dell'INPS dal 08-02-2012 per la durata della condizione.
  • i cittadini disoccupati, residenti in regione Lombardia e i loro famigliari fiscalmente a carico con reddito famigliare inferiore o pari a 27.000,00 Euro.
  • N.B.: i disoccupati non residenti in Regione Lombardia e i loro familiari a carico hanno diritto all'esenzione solo se non superano i limiti di reddito previsti dalla normativa (reddito annuo lordo complessivo del nucleo familiare inferiore a €8.236,31 aumentato a €11.362,05 per il coniuge e di €515,45 per ogni figlio).
  • La certificazione attestante il diritto all'esenzione viene rilasciata dall'ASL di competenza territoriale.
     

Esenzione ticket per status: patologia

Chi ne ha diritto

  • persone in possesso di tessera per esenzione per status, totale o parziale      
  • persone in possesso di tessera di esenzione per patologia con specificati i benefici      
  • screening oncologici nei limiti delle specificazioni previste da normativa      
  • persone infortunate sul lavoro limitatamente alle prestazioni correlate all'infortunio      
  • donatori di sangue e di organi per prestazioni connesse agli atti di donazione
     

Dove richiedere l'esenzione

I tesserini di esenzione, vengono rilasciati dall'A.T.S. di appartenenza.

Data ultima modifica a questa pagina: 03/02/2017 - Funzione aziendale responsabile della pubblicazione: Ufficio Comunicazione